Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
dav

Da Nord Africa e Medio Oriente a India e Cina: la sfida della siciliana Emco

Sono solo in cinque in azienda, ma i brocker della Emco di Catania, nell’arco temporale di quasi 15 anni, si sono guadagnati una grande e riconosciuta stima nel trade di legname da costruzione di provenienza soprattutto mitteleuropea (Austria e Germania)

Emco 5

ma anche da Svezia, Paesi dell’Est e Canada. Mercati tradizionali fino ad oggi sono stati il Nord Africa, a cominciare dall’Egitto, e Paesi del Medio Oriente come Libano, Arabia Saudita, Qatar, Emirati Arabi, Bahrein e Kuwait. Si tratta di mercati che Emco ha sentito da subito molto vicini per ragioni geografiche e per approccio al business perché in rapporto con organizzazioni ancora fondate su grandi stock di magazzino.

I tre quarti del fatturato aziendale derivano dal business con l’estero. Ma ora, anche a causa delle turbolenze che stanno riguardando il continente africano, è giunto il momento di una più spinta ricerca di business con l’Asia e soprattutto con i mercati indiano e cinese. Emco, inoltre, conta di poter operare sempre di più con offerte concorrenziali anche sul mercato statunitense.

Emco è stata fondata dai fratelli Massimo e Rosaura Micali nel 2002 come spin off della Legno Service nata nel 1962 dall’iniziativa del padre, Enzo Micali. Legno Service è una storica azienda impegnata nel brockeraggio di legname prevalentemente per il mercato domestico.  La Emco, invece, nasce proprio con una spiccata volontà di guardare ai mercati mondiali per meglio diffondere il legno pregiato dei produttori suoi fornitori. Emco compra il legname e lo rivende assicurando ai clienti qualità dei prodotti e garanzie nell’operazione commerciale.

Emco 2
Emco 3
Emco 4
 
Emco 6

I risultati sono stati finora positivi, come sottolinea Massimo Micali:  “Chiuderemo il 2016 con un fatturato intorno ai 12 milioni, quasi al raddoppio rispetto alle vendite del 2010. E fin lì, si pensi, eravamo solo in due nell’azienda. La nostra forza, quella che ci spinge ora a cercare nuovi e più lontani mercati, è la capacità di servire con servizi direi sartoriali i nostri clienti, unendo alla capacità industriale nel legno grezzo dei nostri fornitori la preparazione del materiale e la diversificazione nell’offerta che possiamo garantire noi, cercando di soddisfare tutte le esigenze. Inoltre abbiamo fatto grandi passi avanti anche nella logistica e nella distribuzione dei materiali, cosa che ci permette di affrontare nuove sfide sino a pensare di poter rendere più conveniente – anche in termini di portafoglio prodotti – ad esempio il legname con provenienza austriaca o tedesca piuttosto che quello dei concorrenti russi su mercati importanti come quello cinese. Nei prossimi anni sarà sempre più decisiva la capacità di vendere la nostra professionalità per l’acquisizione del legname da parte di nuovi clienti”.

il sito della Emco