Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
dav

Azienda Segagione Legnami della Val di Fiemme, dal cirmolo la via oltreconfine

Il legno di cirmolo – un materiale prediletto da scultori e produttori di arredamento rustico che cresce in montagna, oltre i duemila metri di altitudine – porta la segheria della Magnifica Comunità di Fiemme all’estero, specialmente in Austria e in Svizzera. E’ la principale novità in chiave export dell’impresa trentina (Azienda Segagione Legnami, con sede a Ziano) nata dall’ente Magnifica comunità che ha una storia millenaria nella zona e nel comparto (un documento la data al 1111). Un “affaccio” oltre confine con il cirmolo – il cui valore economico negli ultimi tre anni è raddoppiato – che vale oggi circa 150-200mila euro per l’Azienda Segagione su un fatturato complessivo della segheria di circa 7,5 milioni di euro nel 2015, quando ha fatto registrare un incremento significativo delle vendite complessive sul 2014 (6,4 milioni).

Un trend che incoraggia l’amministatore unico Stefano Cattoi (a destra nella foto, con Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo) che oggi ha partecipato a un incontro organizzato da FederlegnoArredo nel suo stand al Meeting di Rimini. Altro importante aggancio dell’azienda trentina con i mercati esteri, seppur per via indiretta,  è nella diffusione di legno da risonanza, ovvero per gli strumenti musicali. La Segagione Legnami fornisce infatti  tavole armoniche per importanti aziende produttrici di pianoforti, come Fazioli, alla quale l’impresa trentina ha concesso, nell’ambito di un accordo con un partner locale, di fregiarsi del proprio marchio.

La segheria dà lavoro, in sede, a 35 persone, mentre sono un’ottantina i forestali impegnati nei boschi. Le prospettive per l’azienda, nel racconto del suo amministratore unico, si presentano positive, nel segno di un superamento delle difficoltà vissute negli anni scorsi, specie dopo il crollo della domanda dal 2007 in poi (anche con il fallimento di un certo numero di importanti clienti), che avevano comportato alcune ristrutturazioni concordate con il sindacato e una riorganizzazione commerciale. La principale forza della segheria rimane il mercato domestico, con vendite che riguardano soprattutto alcune aree regionali o provinciali, dalla Brianza al Piemonte, dall’Emilia-Romagna alla Toscana, alle Marche, all’Abruzzo, fino a Campania e Sicilia. A trainare le richieste, venuta un po’ meno  la domanda dall’industria del mobile, c’è il mondo della pannellatura, specie con modelli innovativi come l’x-lam, e nel mercato emergente delle case in legno.

“Innovazione nel solco della tradizione e grande attenzione ai minimi particolari: questa è la filosofia dell’Azienda Segagione Legnami della Magnifica Comunità di Fiemme – sottolinea Cattoi – E’ un’azienda attenta alla qualità dei prodotti, alle aspettative del cliente, ai nuovi mercati, al mantenimento dell’eccellente fibra del legno delle foreste di Fiemme. Una visita allo stabilimento di Ziano di Fiemme ha un fascino unico. Il profumo del legno investe il visitatore, centinaia di cataste di legname sono disposte sui 50mila metri quadrati a disposizione. La garanzia di un eccellente risultato a prescindere dalla lavorazione richiesta è un imperativo per l’azienda e per i nostri collaboratori”. Il ciclo produttivo si svolge in diverse fasi scandite da monitoraggi di qualità condotti con strumentazioni tecnologiche all’avanguardia; l’esperienza di professionisti del legno ed il rispetto dei tempi nelle lavorazioni che richiedono un acclimatamento del legname completano ed integrano i monitoraggi tecnici.

La Magnifica Comunità di Fiemme, che si occupa ancora ora del taglio del legno più usato dalla segheria, l’abete rosso, è un ente pubblico che tutela la gente di Fiemme e ne valorizza il patrimonio ambientale e culturale. Custode di antiche leggi e tradizioni, amministra ancora oggi una ingente proprietà collettiva di 20mila ettari di territorio costituito da montagne, pascoli e foreste. Circa 11mila ettari sono coperti da boschi che la Comunità gestisce, programmando tagli di legname e rimboschimenti, e curando la viabilità forestale. Nelle foreste predomina proprio abete rosso (Picea excelsis). La Magnifica Comunità di Fiemme ha sede a Cavalese. L’imponente Palazzo rinascimentale che si trova nel centro del paese ne è la sede ufficiale e rappresenta un polo di primo rilievo per la vita culturale storica ed artistica della valle. Vi sono ospitati una importante pinacoteca ed un archivio di manoscritti, statuti e scritture che conservano l’antica storia di Fiemme.

Il sito dell’Azienda Segagione Legnami