Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Wisildent (odontotecnica): quando per essere forti in Italia bisogna fare ricerca con “l’estero” – foto –

Vende i suoi prodotti per il 90 per cento in Piemonte, e il resto sul territorio nazionale, ma deve la sua forza alla collaborazione con centri di ricerca esteri, pubblici e privati. E' l'esperienza della torinese Wisildent, laboratorio industriale specializzato nella produzione di protesi dentarie, inserti e strutture per impianti in ceramica e metallo, nonchè nell’utilizzo di materiali ceramici.

Wisildent e' un ulteriore esempio di come la proiezione estera in un'impresa sia oggi essenziale, da qualsiasi parte la si voglia prendere. Vale anche per un'azienda odontotecnica: in questo caso non si tratta di vendite e fatturato sui mercati oltre confine, quanto di acquisizione di know how dall'estero. Elemento cosi' decisivo e capace di offrire risorse per fare affari e per di piu' nel proprio ambito naturale. "Le collaborazioni con centri di ricerca come quelli di General Electric nel campo dell'health care, o con l'olandese Tno, o con l'incubatore di imprese inglese che fa capo alla Twi – spiega l'ad di Wisildent, Alberto Lazzaro (nella foto al fondo dell'articolo) – ci hanno portato a risultati inimmaginabili nell'offerta ai nostri clienti (medici dentisti e odontotecnici) in quanto a nuove metodiche e nuove tecnologie che ci erano fino a quel momento precluse. Uno dei nostri maggiori punti di forza è proprio il reparto di ricerca e sviluppo che negli ultimi anni, con i risultati conseguiti, ha permesso di presentare sul mercato tipologie protesiche innovative sia per tecnologie produttive che per biomateriali utilizzati, sviluppate grazie alla collaborazione con enti di ricerca e rinomate aziende a livello internazionale. Grazie a questa versatilità – aggiunge – Wisildent viene considerata un laboratorio all’avanguardia dal punto di vista protesico custom e una piccola industria per alcune componentistiche dedicate al settore dentale”. Con i suoi 20 anni di esperienza clinica nell'uso di diversi materiali ceramici per protesi dentarie, unitamente alla moderna tecnologia utilizzata, sottolinea Lazzaro, “Wisildent può scegliere la strategia di produzione ottimale a seconda della problematica del caso clinico”.

L’azienda utilizza svariati sistemi Cad /Cam nella progettazione e produzione di varie protesi dentali e tramite l’uso di tali tecnologie si è potuta aprire a molteplici mercati chiusi alla propria categoria di appartenenza. La completa gamma di soluzioni protesiche offerte da Wisildent permette al medico di mantenere i rapporti con un unico laboratorio di qualità riconosciuta a livello nazionale.

L’azienda, con sede a Torino, impiega attualmente una quindicina di persone tra dipendenti e collaboratori e ha fatturato nel 2013 (compresa la parte di contributi da ricerca e sviluppo) circa 600mila euro. Il trend è di costante crescita da cinque anni a questa parte. Lo spirito imprenditoriale e giovanile caratterizza questa societa' che sta lavorando per dare vita a uno spin off, partecipato anche dall'Universita' di Torino, per utilizzare materiali innovativi (biomateriali) e alternativi al titanio nell'ambito dell'implantologia, per aumentare cosi' la gamma della sua offerta ai clienti.

 

La photogallery

 

Lazzaro