Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Carrera, con nuovi jeans e multicanalità dà forza alla sua vocazione di brand europeo da Est a Ovest – foto e video –

Che a Carrera, la storica azienda veronese del jeans, piacciano particolarmente i mercati dell’Est europeo è noto. E lo si comprende sfogliando il “diario” della campagna internazionale compiuta nel 2013 con l’avvio di negozi, store, punti vendita tra Transilvania, Bieolorussia, Ucraina, Siberia, e giù a sud, nel Mediterraneo, fino a Cipro. In questi e in altri mercati del “polmone orientale” dell’Europa c’è una buona dose di quel circa 20 per cento di fatturato prodotto all’estero sulle vendite complessive di Carrera (stime non ufficiali parlano di ricavi totali intorno ai 40 milioni).

Ma è altrettanto vero, e meno noto, che a Carrera – presieduta e fondata nel 1965 da Imerio Tacchella e guidata dall’ad Gianluca Tacchella (nella foto al fondo dell’articolo) sta interessando sempre di più tutta l’Europa, dai mercati più tradizionali per il marchio veronese (Austria, Germania, Svizzera, Croazia, Slovenia) a quelli attualmente meno serviti. E così, nel 2013 l’azienda è comparsa nei megastore olandesi della catena Topshelf e, lo scorso gennaio, al Panorama Fashion di Berlino, nel presentare la collezione autunno-inverno 2014-2015, ha trovato rinnovato interesse proprio dall’Europa occidentale.

Al centro di questa offensiva commerciale dell’azienda tra Est, Ovest e Nord Europa – che vedrà Carrera, dal prossimo aprile, lanciare alcuni corner test nel continente – c’è il prodotto, creato dal Centro design a Caldiero; ci sono, in particolare, oltre alle collezioni autunno-inverno e primavera-estate per donna, uomo e bambino e gli accessori (calzature e borse), gli ultimi ritrovati: i jeans Carrera Play (il fuori jeans e dentro felpa), la versione Light di questo articolo per le collezioni primavera-estate 2014 e il Play Up, il pantalone a vita bassa e gamba stretta dedicato alle donne a esaltarne la femminilità.

Queste innovazioni di prodotto stanno incoraggiando il cammino di internazionalizzazione dell’azienda, come ha spiegato a Berlino, Fabio Pasquetto, tra i responsabili export di Carrera: "Abbiamo presentato in anteprima la collezione Play per il prossimo autunno-inverno tracciando le linee guida per iniziare a distribuire questa nostra innovazione presso i più importanti clienti europei: dall’Olanda al Belgio, dalla Francia alla Germania. Abbiamo acquisito due nuove agenzie, in Austria e in Finlandia. Qui abbiamo consolidato e rafforzato le partnership esistenti con altri distributori e stabilito dei contatti utili con importanti realtà della Gran Bretagna, italiane e del Medio Oriente".

L’attenzione al Medio Oriente testimonia poi una propensione di Carrera a tutto campo sullo scacchiere mondiale: i prodotti Carrera, realizzati sotto la guida di Amalia Tacchella, per le collezioni donna, e Alfredo Aletti, per quelle uomo, sono venduti in una trentina di Paesi.

Ai mercati asiatici l’azienda di Caldiero è abituata anche in termini di approvvigionamento della materia prima (il cuore di cotone) e di produzione. Ciò che caratterizza Carrera è, infatti, la sua presenza di tipo proprietario sull’intera filiera. In Tajikistan ci sono le principali sedi produttive dell’azienda veronese (dando lavoro a circa tremila persone) ed è da lì che proviene molta parte della materia prima derivante da coltivazioni di cui Carrera è anche proprietaria. E questo è sicuramente un elemento singolare nel panorama delle imprese italiane dell’abbigliamento. Carrera realizza i suoi prodotti anche tramite partner in Cina e India.

Detto ciò, l’Italia rappresenta pur sempre il bacino di business più importante per l'azienda. Qui la multicanalità è la principale scelta di diffusione: store proprietari, franchising, ingrosso, dettaglio specializzato, presenza nella grande distribuzione, sono le strade battute dall’azienda veronese che, in Italia, conta su 200 presidi, tra store monomarca e Carrera point, dando lavoro a circa 200 persone. Significativa, infine, l’iniziativa km/0 di Carrera Footwear che sta favorendo la rinascita di laboratori artigianali in Puglia e Campania con calzature di qualità e dal prezzo “popolare”. 

Il sito di Carrera

La photogallery

Video con Gianluca Tacchella

AD Gianluca Tacchella