Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Gruppo Dimensione, lo specialista “chiavi in mano” delle istituzioni internazionali (Onu, Cern, Bit) che ora accelera sull’Africa – foto –

La Grande Verriére della sala delle assemblee dell’Onu a Ginevra è uno dei fiori all’occhiello del Gruppo Dimensione, l’azienda di Grugliasco (Torino) che, tra la capogruppo e le sue società controllate (sette in tutto) offre dal 1984 a oggi, e in un crescendo di specializzazioni, interventi personalizzati e "chiavi in mano" in svariati campi, dalle costruzioni agli impianti tecnologici, dalla carpenteria metallica alla serramentistica, dal facility management alle installazioni elettromedicali. Banche, assicurazioni, centri direzionali, sanitario, istituzioni internazionali, centri commerciali e multifunzionali e industriale sono i campi di applicazione delle proprie specializzazioni.

Per curare la sua clientela istituzionale (oltre all’Onu anche Cern e Bit), il gruppo ha aperto in Svizzera una società con uffici e magazzini nell’area di Ginevra, con una presenza continuativa di 70 dipendenti. L’impegno di Dimensione in Svizzera e in altri Paesi esteri ha avuto un’accelerazione “ai primi accenni di crisi”, come sottolinea il presidente e amministratore delegato (oltre che fondatore) Diego Cerrone (nella foto al fondo dell'articolo) ma il processo di internazionalizzazione è partito anche prima. Tra i suoi "successi" anche l'escrizione all'albo fornitori del governo federale degli Stati Uniti, come contractor.

La collaborazione con il Cern (il Centro europeo oper la ricerca nucleare) – con cui il Gruppo Dimensione nel 2012 ha siglato un contratto pluriennale (3+4) per la manutenzione edile di tutti gli edifici in superficie e delle strutture sotterranee (92 chilometri di tunnel) – risale infatti agli anni Novanta. In questo ambito, significativo l’intervento per l’estensione del ristorante n.1, un’area da 1.800 posti a sedere.

La policy internazionale del gruppo, come dimostra l’esempio di Ginevra, è quella di sostenere direttamente il business con presidi propri. La società si è internazionalizzata sin dagli inizi degli anni 2000 con attività nell’Est europeo, e più recentemente, in Africa – dalla Tunisia al Kenia – e nel bacino del Mediterraneo (anche in Siria prima della situazione esplosiva che si è creata in quell’area). La penetrazione nel mercato africano è sostenuta da Dimensione international, a Tunisi, “azienda che ha un ruolo chiave nei rapporti con i Paesi africani”, spiegano a Grugliasco: si tratta di un bureau d’etude che si occupa di progettazione, studi preliminari, coordinamento e direzione lavori. Con l’ingresso nella keniota Six Twenty Investments, a Nairobi, sta lavorando per progettare e costruire edifici a uso residenziale e terziario.

Tutta questa attività estera ha portato al 60% la quota di fatturato oltre confine del Gruppo Dimensione che ha chiuso il 2013 a quota 30 milioni (le vendite all’estero erano al 30 per cento solo tre anni fa). Sul piano occupazionale l’azienda di Grugliasco – che festeggia quest'anno 30 anni di attività – ha numeri invidiabili: in un anno e mezzo ha assunto una quarantina di persone, tra operai specializzati, lavoratori italiani che operavano all’estero, tecnici, ingegneri  e architetti. Attualmente sono 170 i dipendenti.

Il Gruppo opera in modo significativo anche in Italia, al Nord come nel Centro-Sud (dove ha presidi autonomi, a Milano come a Roma), basti pensare, come esempio, che il suo impegno nelle ristrutturazioni e negli allestimenti bancari ha riguardato, nel tempo, circa 1.200 sportelli.

L'offerta del Gruppo Dimensione continua a essere rivolta a tutti i settori produttivi, ma è molto forte oggi l’impegno, con la società "Osp.ital" nell'allestimento di sale operatorie, nella fornitura di apparecchiature ospedaliere e nella realizzazione di sale operatorie mobili che campeggiano, posssenti, in vetrimna, all’interno dello stabilimento di Grugliasco. Il settore ospedaliero è stato particolarmente seguito da Dimensione proprio dall’apertura della crisi e il gruppo conta di rafforzare la sua presenza in questo campo con progetti “mobile” di strutture e servizi. E’, questa, tra le scommesse principali del dinamico e vulcanico Diego Cerrone.

Tra i suoi punti fermi, infine, l’aver sempre puntato sul capitale umano per dare gambe alla sua impresa (ne detiene il 70% del capitale): “La forza di un’azienda – dice – sono i suoi uomini”. E sta anche avviando un percorso incentivante per portare dentro il capitale dell’azienda la futura classe dirigente. “Perché l’impresa – conclude Cerrone – possa andare oltre chi la guida oggi”.

Il sito del Gruppo Dimensione

La photogallery

Grugliasco-20140227-00920