Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Cono Artic, la cialda da gelato che “va a spasso” per l’Europa (e non solo) – foto e video –

Il semplice passa parola e la partecipazione alle fiere di settore ha permesso a una piccola azienda torinese che produce cialde arrotolate per coni gelato di far derivare il 50 per cento del suo fatturato dalle vendite all'estero. La Cono Artic, con stabilimento a Cambiano, produce oggi coni, con propri macchinari, soprattutto per i gelati industriali confezionati per brand internazionali, e per fare da base al gelato artigianale delle piu' note catene. Si tratta di prodotti messi in vendita in Italia e in numerosi Paesi Ue (oltre a qualche altra destinazione extraeuropea, come Emirati Arabi e Kuwait) e che ci hanno permesso di gustare il gelato in chissa' quante occasioni, a spasso o in casa propria, senza sapere da dove proveniva quella cialda arrotolata.

Cono Artic ha clienti esteri, in particolare, in Spagna, Francia, Gran Bretagna, Belgio, Germania, Romania, Grecia, Malta, Slovenia, Austria, Bulgaria, Olanda, Portogallo e Svizzera. Anche grazie a questo apporto estero il 2013 dell'azienda torinese si e' chiuso con risultati economici positivi.

La storia di eccellenza della Cono Artic, comincia nel 1951, quando a Torino i fondatori Piero Minora – figlio di produttore di coni e ostie, prima a Milano, e poi negli anni 30 a Bergamo – e il cognato Carlo Artina avviano la produzione di coni stampati per gelati. E' un''azienda che si dimostra subito al passo coi tempi, come racconta oggi Silvio Artina (nella foto al fondo dell'articolo), figlio di Carlo: "Negli anni 60 l'azienda asseconda lo sviluppo della gelateria industriale servendo i brand piu' noti del settore, da Algida a Eldorado ai gelati Chiavacci. Facciamo coni stampati fino agli anni 90, ma l'azienda si rende conto che il mercato sta cambiando. Cominciamo cosi' la produzione di cialde arrotolate".

La svolta avviene giusto trent'anni fa, nel 1984 con il cambio generazionale e l'avvento in azienda dei figli di Carlo, Enrica (che apre una societa' a latere che commercializza impianti e accessori per gelaterie) e Silvio, che prosegue il core business tradizionale della produzione di coni. Sono oggi una quindicina i formati dei coni offerti dall'azienda di Cambiano.

"L'esserci costruiti le macchine per la produzione – aggiunge Silvio Artina – ci ha dato la possibilita' di ampliare l'offerta in modo significativo". Grazie a questi impianti (prodotti anche per altre imprese del settore) l'azienda di Cambiano e' diventata fortemente flessibile e ha realizzato prodotti innovativi come il cono decorato che ha portato nel 2013 a una commessa importante che ha favorito un balzo in avanti del fatturato, a circa 3 milioni, rispetto ai ricavi degli anni passati.

Flessibilita' e focalizzazione sulla qualita' sono per Sivio Artina i tratti distintivi di questa piccola azienda che, coi suoi 15 dipendenti, ha saputo sempre innovarsi e cogliere le opportunita' offerte dall'internazionalizzazione.

Il sito della Cono Artic

Film, come nasce una cialda arrotolata

La photogallery

Silvio Artina

Cono Artic in fiera 3