Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Morando (petfood): business con nuovi orizzonti in Nord Africa, Medio Oriente e India – foto –

Morando, leader italiano del petfood – e presente da anni in posizione di rilievo anche nell'Est europeo – è “sbarcato” in Nord Africa e in Medio Oriente ma ha pure avviato un intenso lavoro per coprire il mercato indiano.

In Nord Africa e Medio Oriente, in particolare, l'azienda di Andezeno (Torino) sta raccogliendo i primi frutti dei rapporti con partner locali affidabili e a servizio della clientela luxury in Paesi come Algeria, Tunisia, Libia, Egitto, Israele, Libano, Arabia Saudita, Kuwait ed Emirati Arabi Uniti. "Stiamo ottenendo buoni risultati in questi mercati, alcuni dei quali anche caratterizzati da forte instabilità politica", spiega Franco Morando (nella foto al fondo dell'articolo), terza generazione impegnata nell'azienda di famiglia e con delega alle politiche commerciali. "Si tratta di una penetrazione commerciale non facile, ma nella quale abbiamo messo in campo tutta la nostra professionalità e capacità nel coniugare qualità e prezzo – precisa Morando -. Sono Paesi visitati personalmente dai nostri export manager e dove non esistono strutture come i nostri supermercati, ma forme distributive tradizionali come i bazar. Tuttavia noi lì, coi prodotti Miglior Cane e Miglior Gatto, già ci siamo e quando uno arriva prima di altri in un mercato il primo passo è stato fatto".

Cammino difficile – ma comunque convinto – anche in India, dove l'azienda sta cercando di impostare la sua presenza districandosi tra restrizioni e vincoli.

Il 20 per cento del fatturato della Morando proviene dai mercati esteri. L’azienda è pioniera nell'export, da una quindicina di anni, nell’Est europeo (Slovenia, dove è leader indiscussa perfino davanti alle due multinazionali Mars e Nestlè, e poi Croazia e Grecia.

Ad Andezeno la Morando produce crocchette per cani e gatti, ma anche il cibo secco per i cavalli, altro settore del petfood coperto dall'azienda. A Molfetta (Bari), invece, la produzione è dedicata agli alimenti umid’ per gli animali d’affezione. Ad Andezeno, comunque, ci sono la testa e il cuore pulsante dell’azienda che ha inventato il petfood in Italia 65 anni fa. La Morando – con i marchi Miglior Gatto e Miglior Cane, con linee premium e professional – fa vanto di produrre autentico cibo pet made in Italy. L’impresa torinese è saldamente in mano alla famiglia Morando, con il fondatore, novantenne, Enrico, Presidente e presentissimo in azienda, e i suoi figli Giovanni e Walter a dividersi con i rispettivi figli Laura e Franco i diversi ruoli aziendali. Tre generazioni pienamente operative, che prevedono di arrivare a fine anno, con il loro lavoro e con quello dei circa 250 dipendenti tra Andezeno e Molfetta e i propri agenti commerciali, a un fatturato intorno ai 100 milioni contro i circa 90 del 2012.

I prodotti sono veicolati perlopiù nella grande distribuzione: "Il trend è estremamente positivo sia a valore che a volume – sottolinea Franco Morando – grazie al forte rapporto qualità-prezzo dei nostri brand. Ma stiamo lavorando a nuovi prodotti specificamente dedicati alla distribuzione in normal trade/pet shop. Brand esclusivi, che saranno a breve lanciati". L'iniziativa è ormai imminente e si concretizzerà con la riscoperta e la valorizzazione di due marchi storici di Morando, che avevano caratterizzato i successi dell'azienda negli anni Ottanta:  Mio Cane" e "Mio Gatto". Due linee dedicate espressamente al canale distributivo specializzato, premium. Il lancio dei due brand, rivitalizzati e proiettati in campo nazionale e internazionale, avverrà il prossimo 24 gennaio a Eataly, a Torino. "La scelta di Torino, invece che altre grandi città – aggiunge Franco Morando – non è casuale. Abbiamo sempre evitato discorsi di delocalizzazione, siamo torinesi e Torino ha bisogno di essere aiutata in questi periodi difficili. Già ci serviamo per le nostre necessità dei professionisti di questa città per dare lavoro qui. Va in questa direzione, dunque, la presentazione delle due nuove linee premium a Torino".

L’impresa, inoltre, non ha dimenticato le sue origini e, non a caso, ha diversificato l’attività puntando anche sull’agricoltura: la produzione di vini con un esclusivo Ruchè, il tutto dai propri vigneti a Castagnole Monferrato.  

 

Il sito di Morando

 

La photogallery

 

Franco Morando