Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

StartGo, un servizio “chiavi in mano” per le Pmi che vogliono insediarsi all’estero – foto –

"Poteva essere solo una scelta, un po' di anni fa, soprattutto per una media impresa, avviare una propria start-up all'estero, o trasferirvi un'attività, integralmente o parzialmente, oppure, ancora, aprire una filiale fuori dai confini italiani. Oggi, invece, anche per le Pmi italiane, e' diventato, una necessità. Noi siamo nati per sostenere questo sforzo e già stiamo offrendo questo servizio 'chiavi in mano'". Ilaria Colla, responsabile commerciale, descrive così la mission di StartGo, piccolissima, ma dinamica azienda di Palazzolo sull'Oglio (Brescia) nata nei primi mesi di quest'anno sulla scorta dell'esperienza e del know-how maturati dal fratello, Giovanni, sin dal 2008 (nella foto al fondo dell'articolo, Giovanni e IlariaColla).

L’azienda non si limita a offrire consulenza. Al contrario ha ideato un modello di management a 360 gradi per l’avviamento di attività industriali all’estero: “Attraverso una serie di servizi gestiti in prima persona, dalla stesura del piano di sviluppo industriale fino all’avvio dei processi produttivi – sottolinea Ilaria Colla – assicuriamo la consegna di poli produttivi autosufficienti e perfettamente avviati, compresa la selezione e l’assunzione del personale necessario”. Giovanni Colla, ideatore e fondatore di Stargo, "da sempre animato da spirito imprenditoriale e desideroso di realizzare prima o poi qualcosa di suo", racconta la sorella Ilaria, si è messo in proprio quest'anno, dopo aver curato personalmente, ma per conto dei suoi ex datori di lavoro – dal progetto all'avviamento dell'attività – l'insediamento di alcuni stabilimenti in Ungheria. "Gli piaceva questo lavoro, se ne sentiva capace – ricorda la sorella – così ha deciso di diventare lui stesso imprenditore in questo campo offrendosi come partner per le Pmi che vogliono internazionalizzarsi con proprie autonome presenze all'estero".

Nel 2013 il sogno imprenditoriale di Giovanni Colla ha cominciato a materializzarsi con due opere importanti: due stabilimenti di Serioplast (l’azienda presso la quale aveva lavorato da dipendente) in Polonia e in Tunisia. Le opere sono in dirittura d’arrivo. L’impianto polacco sarà pronto il prossimo aprile, in quello tunisino la produzione dovrebbe partire entro la fine di quest’anno. Giovanni Colla opera attualmente da solo e ha curato personalmente tutte le operazioni, ma la sfida vera e propria comincia ora, con il lancio dell’offerta ad altre aziende. Ilaria Colla sta curando le analisi-Paese, ma le attenzioni sono rivolte soprattutto all’Est europeo dove – dice la responsabile commerciale – “le aziende italiane possono trovare maestranze con competenze tecniche tali da assicurare alle imprese nostrane la qualità garantita dal made in Italy. Siamo fiduciosi: c’è fermento tra le imprese italiane, c’è voglia di portare all’estero le proprie attività, non solo per i problemi a tutti noti nel fare industria in Italia ma perché è il mercato globalizzato che lo impone”.

L’offerta di StartGo punta soprattutto alle Pmi: “E’ difficile trovare aziende tanto strutturate da permettersi al proprio interno un’equipe di fiducia dedicata all’avviamento di stabilimenti – sottolinea Giovanni Colla – La nostra novità risiede proprio in questo: gestiamo l’avviamento aziendale offrendo un pacchetto completo e personalizzato, che abbatte i costi per il cliente e, insieme, è garanzia di tempi più brevi e modalità certe, supportate da una costante reportistica sullo stato di avanzamento dei lavori”. Obiettivo di StartGo, avviare poli produttivi possibilmente nell’arco di 24 mesi. La partita è cominciata da Polonia e Tunisia e con un fatturato di oltre 200mila euro. Se l’avventura andrà bene porterà presto ad assunzioni di personale, soprattutto ingegneri.

 

Il sito di StartGo

 

La photogallery

 

Giovanni e Ilaria Colla