Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Torino design: “Cina, il posto dove ci sono più progetti di automobili al mondo” – foto –

"Quest'anno lavoriamo a grandi progetti di consulenza nel design per car maker in India e Russia. Senza dimenticare cio' che facciamo in Cina. In questi anni abbiamo offerto la nostra consulenza a colossi come Fiat, Iveco, Mc Laren, Ferrari, Scania, ma, sinceramente, non vedo oggi al mondo un posto con cosi' tanti progetti di nuove automobili come la Cina". Roberto Piatti (nella foto al fondo dell'articolo), fondatore e ceo di Torino design, impresa di consulenza nel settore con sede a Moncalieri, fotografa cosi' – e descrivendo, nel contempo, anche le linee di attivita' sulle quali si muove la sua azienda – un mercato completamente mutato. Ora che il design (di interni ed esterni) delle case automobilistiche occidentali e' sempre piu' appannaggio dei centri stile di proprieta', le singole societa' di consulenza si battono autonomamente su un territorio mondiale. Torino design sta trovando lavoro con i costruttori leader nei Paesi emergenti come India, Russia e, appunto, la Cina, basando sull' estero mediamente l'80-90 per cento del suo fatturato (tra i cinque e i sei milioni l'anno). In sette anni di attivita' – guidata da esperti provenienti dalla tradizione migliore del design torinese (da Bertone a Pininfarina a Idea institut) – l'azienda ha prodotto un centinaio di progetti di stile, e, nell'ultimo periodo, soprattutto per i costruttori dei mercati emergenti.

 Torino design ha da sempre una vocazione internazionale. Dalla sua fondazione è presente con un ufficio a Shanghai, prima con la società inglese Mira, oggi in proprio. "La nostra via all’internazionalizzazione – spiega Piatti – si è basata su una grande flessibilita', sul focalizzarci esclusivamente sul know-how, nel rinunciare a modellerie e impianti di fresatura e nel lavorare sul virtuale, affinando il rapporto tra design e engineering. E poi, nell’avere un indotto, nelle vicinanze, capace di tradurre il virtuale in concreto, nel modo migliore. E' la strada che abbiamo scelto fin dal marzo 2006 quando Torino design e' nata".

 Forse il simbolo piu' chiarificatore di che cosa sia l'azienda di Moncalieri nel panorama della consulenza mondiale nel design, e' la sala virtuale dove vengono proiettate in scala 1:1 le immagini elaborate dai circa 60 operatori, specializzatissimi, che lavorano ai pc per concepire e sviluppare i progetti di stile. Sulla parete si materializza, visivamente, cio' che i designer hanno studiato e realizzato sulla base delle specifiche dei produttori di veicoli (compresi quelli pesanti, buona parte dell'attivita' di Torino design.

 E per tornare a parlare di Cina come del mercato tra i piu' interessanti per il presente e per il futuro dell’automotive, va sottolineato che Torino Design ha prodotto lo stile di due vetture presentate all’ultimo Salone dell'auto a Shanghai, la piccola citycar Chery QQ e la Maxus G10 prodotta da Saic. In India, invece, l'azienda di Moncalieri ha realizzato il design di un veicolo commerciale appena presentato, l'Ashok Leyland e che entrerà in produzione nel 2016. 

 Ma a Torino design non basta l'automotive e sta cercando di diversificare le sue  partecipando ai progetti sul navale e sull'aerospazio proposti alle imprese dal Centro estero per l'internazionalizzazione.

 Il sito di Torino design

 La photogallery

Roberto 1