Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I giovani imprenditori si internazionalizzano anche con la formazione: il caso del master Nibi di Milano

Impegnarsi in un percorso formativo per imparare a come internazionalizzare la propria impresa. E poi, essere seguiti da professionisti ed esperti nella realizzazione di un progetto di business, funzionale allo sviluppo della propria azienda. Infine, effettuare un periodo di esperienza diretta nel Paese di interesse con il supporto degli uffici della rete estera di Promos nel mondo.

E' l'opportunita' (e il sostegno) a stare sui mercati esteri offerti dall'Executive master Nibi (Nuovo istituto di business internazionale) di Milano, iniziativa promossa da Camera di commercio e Promos, l'azienda speciale dedicata alle attivita' internazionali delle Pmi. Nibi ha analizzato il proprio database sugli studenti e ha avuto la conferma che i giovani confidano anche nella formazione per affermare all'estero sè stessi, le proprie start-up o le imprese in cui gia' operano.

 "La formazione in ambito internazionale – dice il direttore di Nibi, Pier Andrea Chevallard – è sempre più un'arma per affrontare meglio la propria carriera o ritagliarsi una formula di autoimpiego. Non sono rari, infatti, i casi di giovani che intendono avviare una start-up e si interessano dei mercati stranieri. Per affrontarli con maggiore consapevolezza e informazioni pratiche scelgono la via della formazione, affrontando prima in aula e poi sul campo i temi dell'internazionalizzazione, della gestione della contrattualistica e della fiscalità piuttosto che quelli legati alle dogane e al marketing plan".

Il master si dimostra come un'occasione "che va al di là dell'approccio standard della formazione e si rivela molto utile per supportare le start-up". Il database di Nibi, insomma, mostra che sempre più giovani scelgono la via dell'autoimpiego in ambito internazionale o la formazione per affrontare i mercati esteri. Nel 50% dei casi si tratta di under 40, solo il 14% ha più di 50 anni. Di questi, la maggior parte è occupato, imprenditore o dirigente. Gli under 40 invece hanno un profilo più variegato: sono per lo più laureati, ma spesso disoccupati o liberi professionisti.

I settori di provenienza sono i più disparati, nel caso di dirigenti e imprenditori, ma con una particolare concentrazione nei comparti oil & gas, chimico e farmaceutico, meccanico, studi legali. Nell’80% dei casi le persone che scelgono una formazione di questo tipo sono laureati, quasi tutti in giurisprudenza, ingegneria, economia e scienze politiche.

 

Il sito del master Nibi