Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
full-01

IL VIDEO DEL FINE SETTIMANA – Castagner (grappa), chiama a raccolta i produttori per una grande strategia Italia ed export

A febbraio il maestro distillatore Roberto Castagner (nella foto)

23561598_1235542813256844_6051525675638009286_n

chiamerà a raccolta i  produttori di grappa per studiare strategie e sinergie per attaccare, uniti, i mercati esteri e percorrere, così, la strada già battuta dai vini italiani, già fortemente apprezzati e acquistati all’estero. Senza rassegnazione, con fiducia nei propri mezzi, ma anche lanciando un grido d’allarme per lo sviluppo e il futuro della grappa italiana in “casa” e ancora di più oltreconfine, Castagner è pronto a dare battaglia e a farsi promotore del “salto di qualità” che il comparto – ne è certo – deve assolutamente fare.

Castagner ha creato una realtà imprenditoriale solida e fortemente radicata nel territorio, come appare dal VIDEO DEL FINE SETTIMANA che pubblichiamo qui di seguito.

http://www.kinoglazstudio.it/folio_castagner.php

“Fatichiamo tutti, noi produttori a sostenere il consumo delle grappe tra i ristoratori in Italia ma anche tra i ristoratori italiani all’estero, spiega il patron

26229465_1272790286198763_3072491528170876807_n

della distilleria di Frazione Visnà nel comune di Vazzola (Treviso), attiva dal 1996 . “E’ una constatazione che la dice lunga e che dimostra la strada che dobbiamo fare per competere con cognac, rhum e whiskey. Ho deciso di invitare presso di noi, a febbraio, i principali produttori per suonare la riscossa nel mercato italiano ma soprattutto in quello estero”. “Oggi la vera sfida – aggiunge – è diffondere la cultura di questo distillato per accrescere nel consumatore la capacità di percepirne la qualità, perché la grappa, al pari del vino, si affermi come vero orgoglio italiano. I professionisti che si sono lasciati guidare in questa direzione, stanno accrescendo il successo del proprio locale”.

full-15

L’azienda di Castagner, ora coadiuvato in modo stabile dalla figlia Giulia (qui nella foto con il padre),

giulia-e-roberto-castagner

ha comunque chiuso l’esercizio giugno 2016-giugno 2017 con risultati positivi, passando da 11,9 a 13,2 milioni.  La distilleria dà attualmente lavoro a una quarantina di persone, più una decina di stagionali. Il primo semestre del nuovo esercizio sta facendo registrare un incremento del 5 per cento.

In uno scenario nazionale di sostanziale stagnazione del comparto, che vede solo poche aziende di grappa crescere nell’anno (dati Iri al settembre 2017), la Castagner Acquaviti spicca tra quelle con il maggior tasso di incremento:  + 6%  nel canale Gdo, + 15% nell’Horeca, + 30 % nell’export. Le esportazioni rappresentano il 10% circa sul totale delle vendite. I principali Paesi importatori sono Germania, Svizzera, Canada, Russia, ma anche Cina e Corea del Sud. Nei prossimi anni l’attenzione sarà portata soprattutto sugli Stati Uniti, mercato che può fare la differenza: “Cercheremo di attirare l’attenzione dei produttori sugli Usa per fare un’azione comune”.

laboratorioitaliano-2

“Il segmento più performante della Castagner – sottolinea il patron – dal punto di vista commerciale è l’alta gamma dell’azienda che include i brown spirits della Linea Fuoriclasse, distillati che nel processo di invecchiamento acquistano un prezioso colore ambrato. Soprattutto le riserve due e tre anni e le pregiate sette e quindici anni”.

23472805_1233824650095327_1073729969235302932_n

24899948_1252929428184849_3217087218138274212_n

“Tra gli white spirits – sottolinea il patron della Castagner – svetta la nostra grappa bianca di Prosecco, la cui impennata nelle vendite, trascinata dalla forza del brand prosecco, è principalmente riconducibile all’intuizione di proporla, sia in bar e ristoranti sia nel consumo domestico, con una nuova modalità di servizio: freddissima nel secchiello del ghiaccio. Una soluzione che funziona bene ed è piaciuta moltissimo”.

Nel mercato della ristorazione sta convincendo il nuovo “Rito della Grappa”, un kit costituito da: selezione di grappe provenienti da diverse regioni; bicchieri in vetro soffiato nei modelli Elisse e Bolla; la Carte delle Grappe per orientare il cliente nella scelta; il quadernetto “Le 10 cose che devi sapere sulle grappa” per agevolare camerieri e sommelier nel servire al meglio il nobile distillato.

L’ingresso della figlia Giulia (qui in una foto per una campagna pubblicitaria per la Russia)

full-13

sta coincidendo anche con un progetto portato avanti con i barman italiani dove la grappa trova una nuova collocazione come ingrediente base per cocktail nostrani al 100 per cento.

“Abbiamo chiuso questa annata – conclude Roberto Castagner – con un’innovazione che a mio avviso segnerà una svolta nella storia della produzione. Con un investimento importante abbiamo messo a punto una tecnologia che consente la distillazione della buccia d’uva al netto di vinaccioli e peduncoli d’acino, assicurando alla grappa livelli prima impensabili in termini di purezza ed espressione aromatica. Proprio ciò che serve ai barman per realizzare un cocktail moderno. Perché sono convinto che nei prossimi anni, la grappa rappresenterà la vera novità nel mercato mondiale dei superalcolici”.

23316269_1230212703789855_7207404007657704926_n

25507956_1261051054039353_6435653553591991534_n

foto-suiten5_tessera

La Distilleria Castagner ha chiuso il 2017 con un importante riconoscimento attribuitole dalla guida Bibenda, lo scorso 18 novembre a Roma, all’Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria. A Roberto Castagner sono stati assegnati i 5 grappoli d’oro per tutte le cinque grappe presentate, le Fuoriclasse Leon: Grappa Fuoriclasse Leon Brunello di Montalcino; Grappa Fuoriclasse Leon Amarone della Valpolicella Riserva; Grappa Fuoriclasse Leon 7 Anni Riserva; Grappa Fuoriclasse Leon 14 Anni Riserva; Grappa Fuoriclasse Leon 15 Anni Riserva. “Sono onorato di questo riconoscimento – sottolinea Roberto Castagner – ancor più pensando che il medesimo punteggio ci è stato assegnato nel 2016, così come il premio come ‘miglior Produttore di grappa’”.

24296704_1248230561988069_1564751088638554776_n-copia

http://www.robertocastagner.it