Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
rambloc

Sales (quaderni ed etichette) punta a Germania, Spagna e Inghilterra, e si attrezza nella battaglia contro la concorrenza cinese, Europa dell’Est e Turchia

Investimenti quest’anno sui quaderni Rambloc. È la strategia d’attacco sui mercati esteri decisa dalla Sales, azienda ultracentenaria torinese (quest’anno brinda ai 131 anni di attività) specializzata fino a vent’anni fa esclusivamente nella produzione di etichette autoadesive e buste rinforzate, e che dal 1997 ha immesso sul mercato un prodotto innovativo, proprio con il marchio Rambloc: il quaderno con buchi rinforzati. E’ questo il prodotto, oramai conosciuto e molto utilizzato dagli studenti italiani, che guiderà l’avanzata di Sales verso l’internazionalizzazione.

blocchi-spiralati-rinforzati-7

blocchi-spiralati-rinforzati-2

Gli investimenti in corso quest’anno sono la condizione  per ottenere maggiori volumi e aggredire così  mercati esteri. Spiega l’ ad Domenico Tessera Chiesa (nella foto): “Gli investimenti dei prossimi anni saranno sempre più orientati a sostenere l’espansione dell’azienda all’estero, in tutti i nostri settori”.

08-domenico-tessera-chiesa

L’azienda è già presente sui mercati esteri con alcune linee di prodotto, e vanta un 20% di vendite oltre confine sul fatturato complessivo, ma sta puntando ad aumentare la clientela in tre destinazioni europee principali: Germania, Spagna, Inghilterra. “E’ l’estero la carta che può darci la possibilità di crescere”, spiega Laura Tessera Chiesa, contitolare e responsabile commerciale dell’azienda di famiglia (nella foto).

laura-tessera-chiesa

L’export è un pensiero fisso degli ultimi anni: “Abbiamo studiato i mercati esteri con l’ausilio di una società specializzata nell’internazionalizzazione e ora – aggiunge  – ci stiamo muovendo per ampliare la nostra penetrazione fuori dall’Italia. Abbiamo scelto di uscire dal mass market, e di puntare su prodotti con valore aggiunto. Siamo pronti a dare battaglia alla concorrenza cinese, dell’Europa dell’Est, della Turchia”.

E’ la cartotecnica il cavallo di battaglia di Sales all’estero, anche con le buste rinforzate Texso e Texboll

texbol

e le Shopping bags lusso,

shopper

ma non è escluso che altri prodotti e brevetti dell’azienda diventino veicoli altrettanto importanti per il suo export. Contatti oltre confine sono in corso per le etichette e per il brevetto “Defender” – nato nel 2016 –  la custodia di protezione e sicurezza per carte di credito, fatta in modo da schermare i campi elettromagnetici prevenendo smagnetizzazione e furto dei dati. Si tratta di custodie leggere, antistrappo, resistenti all’acqua e ad altri liquidi, facilmente personalizzabili, il che le rende un prodotto interessantissimo per aziende che vogliono “mettere al sicuro” il proprio cliente offrendogli una protezione con un design creato ad hoc. “Per ‘Defender’ – rileva Laura Tessera Chiesa – siamo esclusivisti in Italia e Svizzera grazie a un accordo con il produttore statunitense del materiale.

defender02

defender01

La storia di Sales (Società Anonima Lavorazione Etichette Sacchetti), oggi attiva a Rivoli (Torino), nasce nel 1886 per iniziativa della famiglia Gandus, poi rilevata da Emilio Leschiera ed Eugenia Chiesa, bisnonni degli attuali titolari, insieme al socio Giacomo Barattia. L’attività parte in un piccolo locale di via Madama Cristina a Torino, con macchinari automatici, per l’epoca del tutto innovativi, con la produzione di etichette e buste.

sales1

sales2

I primi clienti sono i mulini, i produttori di tessuti e le industrie nascenti del tempo. Nei primi anni del 900 Sales si specializza nella produzione di buste con carta rinforzata. Nel 1925, con la ripresa economico-produttiva dopo la Prima guerra mondiale, Sales trasferisce l’attività nei più ampi locali di via Amedeo Peyron 25, ma la svolta avviene con l’arrivo in azienda di Emilio Tessera Chiesa (nelle foto qui di seguito, quando era alla guida dell’azienda).

07-emilio-e-rosa-tessera-chiesa

“Mio papà – spiega la responsabile commerciale – entra in azienda a 18 anni, nel 1959, e da quel momento in poi è un moltiplicarsi di invenzioni e brevetti. Sono anni decisivi per la nostra azienda, quando con grandi capacità tecniche costruttive, riusciamo a produrre le prime etichette autoadesive in bobina, risultando poi fra i primissimi in Europa a poter usufruire di una tecnologia così avanzata per quegli anni”. E’ del 1962 il trasferimento nel nuovo e più moderno stabilimento di via Chivasso 5 a Rivoli, attuale sede dell’impresa.

sales3

stabilimentoviachivasso

Nel 1960 Sales inventa la busta rinforzata Texso e nel ’65 la Texbol, quella famosa con il pluriball, portata poi avanti in maniera indipendente dall’azienda Tepack, che si divide dalla Sales. “Nel 1980 – prosegue – nasce l’adesivo del floppy-disk, nel 1995 le etichette adesive per gli pneumatici, in partnership con Michelin; nel 1996 Strip-it, sistema di apertura e chiusura adesiva di sacchetti termo flessibili.

sistema-apertura-chiusura-buste-sacchetti1

Finché nel 1997 arriva il quaderno con buchi rinforzati Rambloc.

blocchi-spiralati-rinforzati-5

blocchi-spiralati-rinforzati-8

La concorrenza ci fa una guerra spietata annullandoci il brevetto ma fortunatamente la richiesta di questo prodotto è molto alta e questo ci permette di reggere la sfida”.

Nel 2000 inizia un lavoro molto importante nel settore delle etichette farmaceutiche,

rfid3

che  favorisce la crescita di Sales anche in termini di dimensioni aziendale: “Nel 2003 – sottolinea Laura Tessera Chiesa – abbiamo aperto lo stabilimento di via Ferrero,

stabilimentoviaferrero

dedicato alla cartotecnica, mentre in via Chivasso si è ampliata la produzione delle etichette autoadesive”. “Oggi Sales, sotto l’amministrazione di mio fratello – aggiunge – ha ricominciato a portare avanti le sue specializzazioni, nate dall’inventiva di nostro padre, che continua a essere attivo in azienda dopo una malattia molto seria, ed ora nostre, con una capacità innovativa ed inventiva che fa parte del Dna di famiglia e di tutti coloro che lavorano da noi. E i risultati stanno arrivando. Nei primi sei mesi di quest’anno abbiamo ottenuto un incremento del 40 per cento nel settore delle etichette autoadesive. Auspichiamo che anche l’area cartotecnica cresca altrettanto, grazie anche alle nuove linee di prodotto in studio per il 2018”.

Domenico Tessera Chiesa e la sorella Laura sono entrati in azienda, molto giovani eentrano e in un momento cruciale per l’impresa torinese: “Nel 2001 papà si ammala – ricorda Laura Tessera Chiesa –  si tratta di una malattia invalidante: per cinque anni non verrà più in azienda. Tocca a noi figli buttarci improvvisamente nel mercato. Io ho 26 anni, mio fratello Domenico, 27. Lui ora è l’amministratore unico, papà continua a essere presidente”. Sales ha oggi una quarantina di dipendenti e ha chiuso il 2016 con un fatturato a 4,5 milioni.

Invenzioni e brevetti hanno caratterizzato anche l’attività più recente di Sales. Nel 2012 è stato inventato un biadesivo rinforzato per i sigilli delle bottiglie di vino Docg,

biadesivo-vino

nel 2013 è  la volta degli anelli flessibili per il quaderno a buchi rinforzati, che sono utili soprattutto per i mancini, dotato di tracolla e portapenne anche questi ideati dall’azienda torinese (a marchio Rambloc R4R).

DescrizioneProdotti2ORIZZ.indd

E se il 2016 è stato l’anno di nascita di Defender,

defender-personalizzato-1

nel 2017 l’azienda di Rivoli ha ideato la carta fedeltà interattiva per i clienti dei supermercati da inserire nel proprio smartphone. “Tutti i nostri prodotti nascono dall’osservazione delle esigenze dei clienti”. Quella “filosofia” produttiva che ha permesso a Sales, negli anni, di allargare il suo mercato delle etichette adesive a ogni settore merceologico, dalla sicurezza alla cosmetica e alla moda, dal farmaceutico all’automotive, dal packaging all’alimentare.

borse-personalizzate

borse-personalizzate-2

www.salesspa.com