Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
azienda

La novarese Ivr (valvole) sfonda in America latina e nelle ex repubbliche sovietiche e il fatturato vola, +25%

Andare alla ricerca di Paesi nel nostro Pianeta che abbiano bisogno di riscaldarsi, in presenza di temperature rigide, e quindi che abbiano anche la necessità di regolare il calore e di realizzare risparmi energetici significativi. A Ovest come a Est del mondo. Come in Uruguay, e da qui in Argentina e pure in Cile, oppure nell’Asia ex sovietica, come in Uzbekistan e Turkmenistan, grazie alla storica presenza in Russia e, ultimamente, in Kazakistan e Azerbaijan.

La ricetta della novarese Ivr, con stabilimento a Boca dove lavorano circa cento persone, specializzata in valvolame, è tutta qui. Il mondo è grande e basta cercare di vendere i propri prodotti, di alta qualità, a chi ne ha bisogno, con un’offerta mirata e focalizzata sulle singole esigenze locali. Senza dimenticare che Ivr non produce solo valvolame per i sistemi di riscaldamento, ma anche per l’impiantistica in generale, nelle case e nelle attività produttive, con le valvole motorizzabili, o con quelle per l’acqua, per il gas, per le applicazioni industriali.

Video su che cosa è e che cosa fa Ivr

Ecco perché non si è arrestata, anche nel 2016, la crescita di Ivr (l’esercizio dovrebbe chiudersi con un +25% nel fatturato, con un guizzo da 20 a 25 milioni circa), soprattutto all’estero (con una quota del 75% delle vendite complessive in 60 Paesi) ma anche in Italia, con un incremento dei ricavi dal mercato domestico.

In America Latina, dunque, forte sviluppo in Uruguay: “Abbiamo sfruttato meglio canali commerciali che già avevamo e abbiamo ampliato la gamma dei prodotti per quel Paese – sottolinea Graziano Giacomini (nella foto), responsabile Internazionalizzazione per Ivr, azienda della holding Trafalgar, della famiglia Giacomini, che ha rilevato l’azienda nel 2002 –”.

5555ba4fe5215_profile

“Ne è scaturito un buon successo e l’Uruguay è diventato per noi la testa di ponte per una presenza stabile in Sud America, con una particolare attenzione verso l’Argentina, e, anche se in forma minore, il Cile. Si tratta di Paesi che stanno crescendo molto nella qualità della loro edilizia. Abbiamo ricevuto ordini di valore significativo e ripetuti nel tempo, tra i 50 e i 100mila euro”. Sviluppo molto forte anche in Uzbekistan e in Turkmenistan: “Deriva – aggiunge Giacomini – dai nostri rapporti storici con la Russia e dal fatto che si tratta di Paesi che dal punto di vista economico sono una bella sorpresa. Oltretutto sono realtà attente al risparmio energetico e alle energie alternative. Vogliono prodotti di livello e di qualità”. Giacomini parla pure di un mercato italiano in risveglio, ma sottolinea che l’azienda “continua a guardarsi intorno nel mondo” per trovare nuovi sbocchi commerciali. Con una prudenza, ovviamente, tutta piemontese.

Foto stabilimento IVR SpA_a

“L’alta qualità del nostro made in Italy – spiega Marco Figlios, Direttore generale e commerciale chiamato in azienda a fine 2014 proprio con l’obiettivo di una ulteriore crescita all’estero – è il valore più importante dei prodotti a marchio Ivr, tanto che in alcuni mercati, in Giordania ad esempio, si sono purtroppo verificati fenomeni di contraffazione, esattamente come succede nel settore della moda o dell’alimentare”.

La crescita internazionale è costantemente sostenuta con un piano pluriennale di ricerca e sviluppo sul prodotto, che ha permesso di ampliare notevolmente il catalogo per soddisfare le diverse esigenze dei numerosi mercati internazionali in cui l’azienda si è gradualmente introdotta. Gli importanti investimenti in innovazione permettono di affinare sempre più l’offerta, tarandola sulle specifiche esigenze dei diversi mercati, con un approccio tailor-made.

Ivr ha inoltre ottenuto le principali certificazioni internazionali richieste nel settore, molto importanti per garantire qualità ed efficienza, in risposta alle specifiche tecniche richieste nei diversi Paesi.

Ulteriori nuovi investimenti sono in corso per la cura particolare dello stile e del design degli elementi visibili, per sposare l’efficienza tecnica con il design made in Italy: “A breve – rileva Figlios – introdurremo una vera innovazione. Stiamo lavorando a una testa termostatica (la valvola che regola la temperatura del radiatore permettendo un risparmio energetico) completamente diversa da quelle presenti sul mercato, con materiali totalmente nuovi, che hanno richiesto numerosi test ed esperimenti. I nostri sono prodotti molto tecnici, ma la tendenza è ormai, anche per questi componenti, di curare sempre più l’estetica rendendoli veri e propri elementi di stile”. Anche per questo, è in progetto l’allestimento di uno show room adiacente allo stabilimento produttivo di Boca che possa permettere ai numerosi distributori e clienti dell’azienda di visualizzare i prodotti Ivr calati in un contesto reale specifico.

Il sito di Ivr