Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
EP7932 - WARMER ECO FUR JACKET WR

Il marchio “Esemplare” di Pattern (sportwear travel urbano) amplia gli orizzonti e punta a Uk e Usa

“Il marchio, da italiano che era, era depositato in Irlanda. L’abbiamo riportato a casa, con tanto di benefici fiscali grazie al patent box e ora l’abbiamo rilanciato nel mondo, senza trascurare il nostro Paese”. Luca Sburlati (nella foto)

sburlati

racconta la storia di un ritorno in patria e di una nuova avventura nel mondo per il brand “Esemplare”, acquisito nel 2014 dalla torinese Pattern, di cui Sburlati è amministratore delegato, e azienda specializzata nella progettazione e produzione di capi per le sfilate dei più importanti brand internazionali uomo-donna (da Burberry a Valentino, da Ferragamo a Tom Ford a Belstaf fino a Ralph Laurent e altri ancora). “Esemplare” è il primo vero e proprio brand di Pattern, con il quale l’azienda torinese intende giocare la sua partita nello sportwear travel urbano, completando un cammino che in oltre 15 anni ha portato la società a chiudere il 2016 con un fatturato che raggiunge i 26 milioni (6 milioni nel 2009) dando lavoro a cento persone (da 30 che erano nei primi anni). L’obiettivo di “Esemplare” è ambizioso, come spiega Sburlati: “Diventare tra i migliori tre marchi italiani di capospalla/outwear entro i prossimi cinque anni”.

ED6305 - SEAM TAPED JACKET CAP ECO FUR

EP5903 - TRAVEL JACKET PACKEABLE

EP7920 - LASER TAPE SHELL

ED7307 - SEAM TAPED COAT ECO FUR

E proprio le nuove collezioni di “Esemplare”– che vanta già una considerevole presenza sui mercati esteri, con un 35% del proprio fatturato derivante dalle vendite oltreconfine – sono state presentate alla stampa oggi a Collegno (Torino) nella sede dell’azienda. Un evento che rappresenta indiscutibilmente un passo di maturità per il brand che ormai non è più una start up, come sottolinea Gianni Gai, direttore vendite e marketing di “Esemplare” (nella foto).

sdr

Il sito del brand “Esemplare”

Con uno stile tipicamente torinese, senza proclami prima di partire ma con una presentazione che avviene “a cose fatte”, Pattern, nata nel 2000 dall’intraprendenza degli stilisti ex Gft Fulvio Botto (nella foto a destra) e Francesco Martorella,

Francesco e Fulvio

ha voluto far vedere che cosa si può ottenere in soli due anni di intenso lavoro con un brand che si è già internazionalizzato. I capispalla (uomo e donna) di “Esemplare”, infatti, sono significativamente venduti all’estero, in particolare in Giappone e Corea del Sud, “mercati molto aperti e sviluppati”, come rileva Gai, mentre in Europa gli sbocchi principali del marchio sono Germania, Repubblica Ceca e Polonia, quest’ultimo con ottimi risultati. In prospettiva “Esemplare” sta lavorando per servire altri Paesi, dal Benelux ai Paesi Baltici, ma si sta anche preparando al grande salto della commercializzazione delle sue collezioni nel Regno Unito e negli Stati Uniti, mercati questi ultimi, spiega Gai “che andremo ad attaccare rapidissimamente”. “Siamo piccoli – ha aggiunto – il nostro fatturato rappresenta al momento 2 milioni sui ricavi complessivi di Pattern, ma ciò che ci ha convinto a presentarci oggi alla stampa è l’aver visto quanto il mercato dimostri di aver bisogno di prodotti come i nostri, con un incremento del 100% delle richieste rispetto all’anno scorso. Vendiamo a store nel dettaglio, di altissimo livello, con una clientela finale che vuole un prodotto di alta qualità e non ha l’ossessione di ostentare un marchio, che pure abbiamo sui nostri capi, e che è indicato in maniera, per così dire, più raffinata”.

Le collezioni di “Esemplare” sono state affidate alla stilista Antonella Serralunga. Tra ottobre e novembre “Esemplare” avrà propri uffici nello stabilimento che ospita per intero le attività di Pattern ed entro fine anno sarà operativa una show-room dedicata. In “Esemplare” sono pienamente attive le principali funzioni aziendali che dovranno garantire una strutturazione e una crescita dell’asset. Quando Pattern ha acquisito al 100% il marchio, “Esemplare” era già posizionato in circa 200 negozi nel mondo e ora ne sta rafforzando l’identità, sviluppando tradizione sartoriale italiana, fit e tecnologie avanzate per capi volutamente unici sul mercato. Votato alla moda maschile il brand è stato rafforzato ulteriormente a partire dalla stagione primavera-estate 2016, con una prima linea donna. “Il marchio – sottolineano ancora alla Pattern – punta a tracciare una nuova rotta dello sportswear attraverso nuove contaminazioni, inserendo le tecnologie proprie del mondo tecnico in capi spalla di gusto italiano”.

“Esemplare” rappresenta per Pattern un’esperienza che mancava utile per completare la crescita dell’azienda che rimane basata su due asset fondamentali: le tecnologie innovative per la progettazione e la produzione dei capi e le persone con competenze uniche sul mercato in particolare nell’area modellistica.

Da un punto di vista tecnico “Esemplare” – sottolineano alla Pattern – riprende i capi iconici del guardaroba da uomo reinterpretandoli in chiave packable urban travel. Nylon ultralight water repellent, imbottiti con ovatte Thermore, creano capi ultra confortevoli, pratici e caldi e comodamente impacchettabili che riprendono forma una volta rindossati. Inoltre, “Esemplare” presenta per la seconda stagione la collezione Donna, un insieme di capi dalle forme couture abbinate allo sportswear realizzati con tessuti di tradizione ma al tempo stesso moderni e attuali. Tagli laser, pellicce eco accoppiate allo scuba rendono la “Donna Esemplare”, come sottolineano alla Pattern, “femminile e glamour: un pacchetto travel, insomma, anche per la donna finalizzato a rendere il capo spalla impalpabile e leggero per l’uso quotidiano”.

Un fiore all’occhiello per Patern, che nel 2015 è stata premiata da Confindustria come una delle otto migliori aziende Pmi italiane in tutti i settori per indicatori di crescita e sviluppo post-crisi.

Il sito di Pattern