Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Reynaldi (cosmesi naturale), globalizzata con prodotti “concepiti” per l’estero – foto –

Domandate alla Reynaldi (prodotti di cosmesi naturale con creme, profumeria alcolica, emulsioni e gel per il trattamento del viso e del corpo, con 1.200 articoli a catalogo) quanto pesa l'export sul suo fatturato. Riceverete una risposta che non vi aspettate: si puo' essere forti esportatori vendendo esclusivamente in Italia; si puo', insomma, fatturare esclusivamente "Italia su Italia", per i propri clienti, ma avere prodotti "al 75 per cento studiati per l'estero, con formulazioni e linee di cosmesi naturale adatte alle pelli e alle temperature di Paesi diversi dal nostro". A sottolinearlo e' il ceo Marco Piccolo, figlio della fondatrice Maria Grazia Reynaldi (prima laureata in Italia in cosmetica) che, col fratello maggiore Andrea, direttore della produzione, ha preso le redini della societa' che quest'anno festeggia 35 anni di attivita'.

Un passato glorioso e di avanguardia nel settore, per il marchio "Dott.ssa Reynaldi Laboratorio di cosmesi naturale", con negozi monomarca nel Torinese ma anche in luoghi di elite come Porto Cervo e Porto Rotondo, ma che i giovani della famiglia titolare dell'azienda hanno condotto – con una svolta che, nel 2000, si e' rivelata vincente - verso la produzione contoterzi con prodotti personalizzati, studiati e realizzati espressamente per grandi e medi clienti (attualmente un'ottantina: il 24 per cento di questi sviluppa il 90 per cento del fatturato di Reynaldi). E' in questo modo che l'azienda torinese si e' piazzata ai livelli della globalizzazione oggi indispensabili.

La Cosmetica Reynaldi (con la fondatrice attivamente alla guida del Laboratorio, nella foto al fondo dell'articolo) svolge produzione di semilavorato che il cliente confeziona per conto proprio o anche attivita' di solo confezionamento, ma offre pure full service. L'azienda si e' internazionalizzata grazie al suo lavoro per imprese italiane che vendono in in tutto il mondo e utilizzando il proprio marchio con linee che la mettono in evidenza, per esempio, nei due negozi diretti a Torino e nel factory store annesso allo stabilimento di Rivoli e negli store di Eataly, in Italia e all'estero. Dagli inizi pionieristi di 35 anni fa,"oggi la Reynaldi – dice Marco Piccolo (a destra nella foto di famiglia, al fondo dell'articolo) - si colloca alla 246/ma posizione su 390 tra le piu' grandi societa' del settore della fabbricazione di cosmetici e prodotti per toeletta ed e' 152/ma per profitto".

L'azienda ha raggiunto nel 2013 quota 2,3 milioni di euro nei ricavi e da dieci anni e' in continuo trend di crescita (dai 750mila euro del 2004) con flessione solo nell'anno horribilis 2008 e sostanziale stabilita' nel 2012 sul 2011. L'incremento di fatturato nel 2013 e' stato del 18 per cento ma la gestione core, di produzione contoterzi, ha chiuso l'anno con un segno ancora maggiore (20 per cento). "I primi mesi del 2014 – aggiunge Marco Piccolo – danno un incremento di fatturato intorno al 25 per cento sulle produzioni contoterzi e del 46 per cento nelle vendite dei negozi monomarca". Reynaldi conta oggi su 20 dipendenti (di cui 4 impegnati in ricerca e sviluppo in cui convoglia il 13 per cento dei proventi) e, dal prossimo anno trasferira' a Collegno tutta l'attivita' dall'attuale sede tra Torino e Grugliasco.

Innovazione e ricerca sono nel Dna di quest'azienda sin dai suoi primi passi e sono questi gli elementi che hanno guidato gli sviluppi industriali . "L'indicatore piu' rilevante del nostro livello competitivo – rileva Marco Piccolo – e' rappresentato proprio dagli investimenti in ricerca e sviluppo. I soli costi nel triennio 2011-2013 sono ammontati a oltre il 6 per cento rispetto a quelli annui aziendali e dal 1999 all'anno scorso abbiamo acquistato beni materiali per oltre un milione di euro, quattro volte il livello degli utili conseguiti. Tutti gli utili sono stati reinvestiti in azienda e tutti gli impianti di produzione sono stati scelti per le altissime prestazioni e il massimo contenuto di tecnologia, efficienza e produttivita'. L'incidenza del patrimonio netto sul totale attivo e' di oltre il 30 per cento".

Reynaldi e' specializzata nelle produzioni bio: come i saponi al cioccolato di Gobino, o al caffè' di illy e altri nuovi ritrovati con alimenti che stanno per uscire dall'azienda torinese. Cosmetica Reynaldi si è preparata a farne vedere ancora delle….belle.  

Il sito della Cosmetica Reynaldi

La photogallery

REY_dottoressa_02

REY_famiglia

  Post Precedente
Post Successivo