Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Maraschi & Quirici, la fabbrica degli aromi alla conquista di Giappone e (da lì) anche Cina – foto –

La via della Cina passa attraverso il Giappone. Così sta per aprirsi un nuovo (e vastissimo) fronte di business all’estero per Maraschi & Quirici, l'azienda di Riva presso Chieri, in provincia di Torino, attiva da 126 anni e specializzata nella creazione di aromi di estrazione naturale e di sintesi, impiegati nella preparazione di bevande (chinotto, tamarindo), pastigliaggi (in testa la menta piperita piemontese), liquori, amari e aperitivi, e, ancora, gelati, yogurt, dolci e confetteria, al servizio di multinazionali come di Pmi. Accanto all'estrazione, forte anche l'attività di composizione di aromi con la miscelazione di ingredienti per prodotti liquidi, in polvere e in emulsione. “Al ritmo di specializzazioni sempre più forti – dice il presidente e ad di Maraschi & Quirici, Paolo Parato (nella foto al fondo dell'articolo), con la sorella Carla azionisti di maggioranza – abbiamo attirato l’attenzione di un importantissimo importatore giapponese che ha una divisione alimentare a servizio dell’industria locale e che ci ha proposto di lanciare alcuni nostri prodotti in Cina. Siamo piccoli e l’essere piccoli è mortale solo se non c’è specializzazione e questa è la strada che ci ha permesso di metterci alla ribalta mondiale”.

Con i suoi 25 collaboratori tra diretti e indiretti, un fatturato in crescita negli ultimi anni – sotto la soglia dei 4 milioni ma con previsioni di superarla nel 2014 e con un export intorno al 15 per cento –  l'azienda si e' così ritagliata un ruolo internazionale, confermando una vocazione che è nella sua stessa storia, con esportazioni già agli inizi del Novecento. Oggi Spagna, Francia, Olanda, Grecia, ma molto anche nell’Est europeo, con Ungheria e Romania, sono i Paesi del Continente dove Maraschi & Quirici ha i suoi principali clienti. Ma, anche in questo caso, è il presidio di un’area a favorire altre “avventure” nel mondo. Infatti, è grazie al lavoro con clienti europei che l’azienda ha allargato il suo orizzonte agli Stati Uniti: un “ponte” che ha permesso di mettere a punto composizioni aromatiche conformi al mercato americano. "In 126 anni di attivita' – sottolinea Parato – siamo riusciti a difendere e a incrementare il nostro know-how nella tutela dei sapori tradizionali e a contribuire a mantenere il made in Italy dell'industria estrattiva degli aromi aggiornandolo in tutti i modi possibili". Ma il presidente Parato tiene a sottolineare un concetto, su tutto: "Estrarre aromi non e' una mistificazione o la sostituzione di un ingrediente. E' la valorizzazione di cio' che la natura stessa ci offre, e noi lo facciamo in tutta sicurezza. L'industria alimentare continua a suggerire nuovi aromi e noi riusciamo a star dietro a questo trend”. Ed è così che l'azienda si presenta oggi con una gamma di offerta molto ampia: aromi per bevande alcoliche, analcoliche, per l'industria lattiero-casearia (anche burri e margarine), per la confetteria, per l'industria pasticcera, quella da forno (aromi per lievitati e secchi) e pure per la farmaceutica.  Grande l’impegno dell’azienda nell'attivita' di Ricerca e sviluppo nei 500 metri quadrati del laboratorio di Riva presso Chieri dove si svolgono le attività dei tecnici.

La Maraschi &Quirici è nata nel 1888 a Torinocon il nome di F.lli Maraschi: in quegli anni sorgono in Piemonte, bacino di coltivazione delle piante officinali per vermouth e amari, numerose attività collegate. La vocazione per il naturale, la capacità di estrarre dalle piante sapori e odori, si conferma nei decenni successivi, portando la Maraschi ad affermarsi in Italia ed all’estero, specialmente nel settore delle bevande. Nel dopoguerra, con lo sviluppo del polo dolciario in Piemonte, l’azienda costruisce solide competenze anche nelle aromatizzazioni per prodotti da forno, pasticceria, caramelle e pastigliaggi.
In concomitanza con il centenario della nascita, si concretizza la fusione con la Ercole Quirici, produttrice di aromi dal 1889, e la nuova società assume la denominazione Maraschi & Quirici. Consolidata nella struttura e nell’organico, negli anni successivi annette anche la Costantino Rigamonti (1895), industria specializzata in aromi per soft drinks. Nel 2003 l’azienda si trasferisce nel nuovo stabilimento di Riva presso Chieri, quasi 5mila mq coperti. Nello stesso anno Maraschi & Quirici ingloba la Cydea, industria produttrice di oli essenziali di menta che vanta tradizioni e competenze internazionali, fin dalla nascita (1949) appartenente alla famiglia dell’azionista di riferimento.

Il sito di Maraschi & Quirici

La photogallery

 

Paolo Parato 2